PROPOSTE DI INTERVENTO NORMATIVO: I.S.A. INDICI SINTETICI DI AFFIDABILITA’ FISCALE (E. Mattinzoli)

 

LA NORMA

I nuovi Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale (ISA) che sostituiranno definitivamente dopo 18 anni gli Studi di Settore, dovrebbero modificare il rapporto tra Contribuente e Fisco, anche attraverso significativi benefici premiali, quale l’esclusione da accertamenti fiscali per quei contribuenti che attraverso i nuovi indicatori risulteranno affidabili.

LA QUESTIONE

Attualmente le Organizzazioni di Categoria in qualità di Intermediari effettuano la spedizione telematica delle Dichiarazioni dei Redditi per conto dei loro associati tramite il Pannello Comunicazioni presente nella pagina dei Servizi Entratel.

Nella medesima pagina Entratel l’Intermediario ha accesso alle comunicazioni relative agli Avvisi  di Regolarità delle Dichiarazioni spedite.

Il Decreto in via di approvazione prevede che l’I.S.A.  possa essere verificato dal Contribuente accedendo al proprio Cassetto Fiscale.

Attualmente solo il 2 – 3% dei contribuenti che si rivolgono alle Organizzazioni di Categoria hanno attivato il Cassetto Fiscale, delegando quindi lo stesso Intermediario a provvedere all’accesso.

L’Intermediario quindi per poter conoscere l’Indice di Affidabilità dovrà raccogliere la Delega del Contribuente presentandola all’Agenzia delle Entrate che rilascerà allo stesso Intermediario solo parte del codice di accesso mentre il resto del codice  verrà spedito la Contribuente a mezzo Posta rendendo il percorso non solo complicato ma inutilmente macchinoso.

 LA PROPOSTA

Consentire all’Intermediario come avviene attualmente per la regolarità della Dichiarazione, la possibilità di verifica dell’Indice di Affidabilità attraverso la pagina Entratel, prevedendo un’  apposita opzione all’interno della Dichiarazione dei Redditi.

Quanto all’accesso al Cassetto Fiscale, eliminare il limite temporale di 4 anni della Delega all’Intermediario rendendo la stessa valida sino a revoca da parte del Contribuente.